Il weekend non ha arrestato la campagna promozionale di Hunger Games: il Canto della Rivolta – parte I, che proprio negli ultimi giorni aveva accresciuto l’attesa per l’uscita del film distillando contenuti speciali, clip inedite e interviste. A New York tutto il cast (ad eccezione ovviamente del compianto Philip Seymour Hoffman, proprio ieri oggetto di una dichiarazione da parte del regista Francis Lawrence) si è raccolto alla presenza della stampa per presentare il film, in uscita nelle sale il 20 novembre. A ciascuno è stato chiesto un approfondimento sul proprio ruolo nella pellicola, tra risate, momenti di assoluta serietà e aneddoti. Ora che tutti i protagonisti hanno infatti raggiunto un successo planetario, quello che alla stampa, e anche al pubblico, preme sapere è in che modo questo inciderà sulla loro carriera e sul loro destino professionale. Specie su quello di Jennifer Lawrence che, ancora una volta, lascia tutti a bocca aperta con una risposta semplice, piena di riconoscenza e sincerità.

«Attorno a me ci sono delle persone che sono parte della mia vita e del mio mondo. Mi circondo di persone che mi dicono di no, di persone che sono in grado di non darmi ragione, che mi dicono “non comportarti così, smettila di recitare in questo o quel modo, sei terribile”, persone oneste, vere, come ad esempio i miei addetti stampa, che mi conoscono e seguono da quando avevo 16 anni: loro mi hanno visto crescere e mi amano in modo sincero e genuino. Poi c’è la mia agente, che è con me da quando avevo 17 anni e un gruppo di amici fidati che non sono nel settore, ma che conosco da molti anni prima che tutto questo mi accadesse. Quando diventi famoso succede qualcosa che non ti aspetti, ma che fa la differenza e che ti cambia emozionalmente, cioè il modo in cui le persone iniziano a guardarti. Perchè se per me io sono rimasta la stessa, quando esco e mi vedo attorniata da tutte queste persone, il rischio che talvolta provo è di sentirmi alienata. Per questo motivo mi sono circondata da persone che non mi guarderebbero mai così e che non mi farebbero mai finti complimenti sul mio lavoro. Sono fortunata a non avere persone false attorno a me, come questi due», chiude ridendo l’attrice mentre indica i colleghi e amici Josh Hutcherson (Peeta Mellark) e Liam Hemsworth (Gale Hawthorne).

Tutta la conferenza è disponibile sul canale You Tube di Quarter Quell, il fansite dedicato ad Hunger Games, Per le foto dell’evento, guarda la gallery.

Fonte: Quarter Quell

© RIPRODUZIONE RISERVATA