Mentre tutto il mondo dello spettacolo ancora parla del finale di Breaking Bad (gli ultimi in ordine di tempo? Dane DeHaan e Anthony Hopkins), Vince Gilligan, il creatore della serie, guarda avanti. Oltre a Battle Creek, un nuovo detective drama, tra i progetti futuri spicca soprattutto Better Call Saul, il prequel spin-off del pluripremiato show AMC, incentrato sul simpatico avvocato interpretato da Bob Odenkirk. Intervistato da The Hollywood Reporter, Gilligan ha svelato nuovi e interessanti dettagli sulla serie. Prima di tutto gli episodi dureranno un’ora e saranno girati in Albuquerque, in modo da mantenere lo stile visivo di Breaking Bad. L’idea di fondo, infatti, è non alterare il contesto di origine, sebbene i toni verteranno più sulla commedia, secondo le caratteristiche di Saul. «Creare un universo pre-esistente al mondo a cui siamo tanto affezionati sarà divertente», ha detto Gilligan.
Se quindi la parola d’ordine sarà fedeltà alla serie madre, ecco la buona notizia, che farà felici tutti i fan di Walter White & Co.: Bryan Crantson e Aaron Paul (alias Jesse Pinkman) compariranno in un cameo nello spin-off. E probabilmente non saranno i soli: «Sinceramente, non credo che riuscirò a resistere a coinvolgere tutti questi ragazzi nello show», ha confessato Gilligan. Sarà lui, inoltre, a dirigere il pilota di Better Call Saul, e l’obiettivo è quello di avere la serie pronta entro agosto o ottobre del 2014.

Fonte: THR

© RIPRODUZIONE RISERVATA