L’82esima edizione degli Oscar ha segnato un nuovo traguardo nella storia del premio. Kathryn Bigelow (Point Break) e il suo The Hurt Locker hanno trionfato la scorsa notte al Kodak Theatre, vincendo sei statuette, tra cui due delle più ambite: Miglior film e Miglior regia. La regista è la prima donna ad aggiudicarsi il premio per la Miglior regia. «È il giorno più bello della mia vita», ha dichiarato ieri la Bigelow ritirando l’Oscar, che ha ha dedicato «a tutti gli uomini e le donne che portano un’uniforme in ogni parte del mondo. E non soltanto i soldati ma anche i vigili del fuoco che sono sempre pronti per noi quando serve». Insomma Davide ha sconfitto Golia. Il film low budget (costato circa 15 milioni di dollari) The Hurt Locker, nonostante lo scarso successo al botteghino (ha incassato circa 21 milioni di dollari nel mondo) ha conquistato la critica… alla fine. La pellicola, infatti, era stata presentata a Venezia nel 2008, ma era passata praticamente in sordina… L’exploit è arrivato negli ultimi mesi, grazie ai riconoscimenti ottenuti ai Bafta, gli Oscar britannici. Avatar, il kolossal dell’ex marito della Bigelow, James Cameron, si è fatto strada (come “predetto” dalla Snai) solo tra i cosiddetti “premi tecnici”, tra cui anche la Miglior fotografia, una delle due catagoria dove il Bel Paese si è messo in mostra. Il premio, infatti, è andato a Mauro Fiore, direttore della fotografia di Avatar. Una statuetta tricolore è andata anche Michael Giacchino, per la Miglior colonna sonora del film Up, premiato come Miglior film d’animazione. Nessuna sopresa, invece, per quanto riguarda gli Oscar degli attori: migliori interpreti protagonisti sono stati insigniti Jeff Bridges (per Crazy Heart, uscito in italia il 5 marzo) e Sandara Bullock (per The Blind Side, che non ha ancora una distribuzione per l’Italia), che poche ore prima era stata “premiata” come Peggior attrice dell’anno ai Razzie Awards. Migliori non protagonisti: Christoph Waltz (Bastardi senza gloria) e Mo’Nique (Precious).

Guarda la photogallery dei vincitori.

Per saperne di più, leggi i commenti che abbiamo postato in diretta durante la cerimonia.

Guardate tutte le nomination.

Scoprite i vincitori ideali dei lettori di Best Movie.

Dite la vostra suglii “Oscar mancati” della storia del premio.

Scopri

Ecco tutti i vincitori:

MIGLIOR FILM
The Hurt Locker di Kathryn Bigelow

MIGLIOR REGIA
Kathryn Bigelow per la regia del film The Hurt Locker

MIGLIOR ATTORE
Jeff Bridges per la sua interpetazione nel film Crazy Heart

MIGLIOR ATTRICE
Sandra Bullock per la sua intepretazione nel film The Blind Side

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA
Christoph Waltz per la sua intepretazione nel film Bastardi Senza Gloria

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA
Mo’nique per la sua intepretazione nel film Precious

MIGLIOR SCENEGGIATURA ORIGINALE
Mark Boal per la sceneggiatura del film The Hurt Locker

MIGLIOR SCENEGGIATURA NON ORIGINALE
Geoffrey Fletcher per la sceneggiatura del film Precious

MIGLIOR FILM D’ANIMAZIONE
Up
di Pete Docter

MIGLIOR FILM STRANIERO
El Secreto de Sus Ojos (Argentina) di Juan Jose’ Campanella

MIGLIOR SCENOGRAFIA
Rick Carter, Robert Stromberg e Kim Sinclair per la scenografia del film Avatar

MIGLIOR FOTOGRAFIA
Mauro Fiore per la fotografia del film Avatar

MIGLIORI COSTUMI
Sandy Powell per i costumi del film The Young Victoria

MIGLIOR MONTAGGIO
Bob MurawskiChris Innis per il montaggio del film The Hurt Locker

MIGLIOR TRUCCO
Barney BurmanMindy HallJoel Harlo per Star Trek

MIGLIOR COLONNA SONORA
Michael Giacchino per le musiche del film Up

MIGLIOR CANZONE ORIGINALE
The Weary Kind” di Ryan BinghamT.Bone Burnett per il film Crazy Heart

MIGLIOR MONTAGGIO SONORO
Paul N.J. Ottosson per The Hurt Locker

MIGLIOR SUONO
Paul N.J. OttossonRay Beckett per il film The Hurt Locker

MIGLIORI EFFETTI SPECIALI
Joe LetteriStephen RosenbaumRichard BanehamAndrew R. Jones per gli effetti speciali del film Avatar

MIGLIOR DOCUMENTARIO
The Cove di Louie Psihoyos e Fisher Stevens

MIGLIOR CORTO DOCUMENTARIO
Music by Prudence di Roger Ross Williams e Elinor Burkett

MIGLIOR CORTO ANIMATO
Logorama di Nicolas Schmerkin

MIGLIOR CORTO D’AZIONE
The New Tenants di Joachim Back e Tivi Magnusson


La classifica dei film più premiati:

  1. The Hurt Locker (6 Oscar)
  2. Avatar (3 Oscar)
  3. Crazy Hurt, Precious e Up (2 Oscar)
  4. The Blind Side, Bastardi senza gloria, Star Trek, El Secreto de Sus Ojos, The Young Victoria, The Cove, Music by Prudence, Logorama e The New Tenants (1 Oscar)


© RIPRODUZIONE RISERVATA