spiderman, sony vuole collegarsi all'mcu

Grosse novità in vista per gli amanti di Spider-Man. L’amichevole eroe di quartiere è entrato a far parte dell’universo cinematografico Marvel ormai da 5 anni, dal debutto in Captain America: Civil War. Alla Sony, però, non hanno dimenticato l’amore per il personaggio, tanto che c’è un piano per collegare Spider-Man ai loro film.

La notizia arriva direttamente dalla bocca di Sanford Panitch, presidente del Sony Pictures Motion Picture Group. Durante un’intervista a Variety, ha infatti parlato degli imminenti progetti che dovrebbero rilanciare il cosiddetto Spidey-Verse della compagnia, una serie di film che tuttavia non sembra al momento includere proprio Spider-Man. Si attende infatti Venom: Let There Be Carnage e Morbius, che dovrebbe uscire il 21 gennaio 2022. 

A proposito del personaggio, invischiato in una complessa ragnatela di diritti sulla proprietà intellettuale, Panitch ha dichiarato:

«Non pensiamo davvero ai nostri 900 personaggi come ad uno Spidey-verse. Abbiamo un universo Marvel. La quantità di personaggi che abbiamo… Sapete cosa, aspettate di vedere il prossimo Venom. Non vi mancherà Spider-Man». Tuttavia, poi ha aggiunto una frase sibilina: «Sarebbe eccitante se si incontrassero, vero?».

Da qui arrivano a cascata tutti gli indizi che, in questo periodo, stanno portando a credere che Spider-Man possa davvero diventare il primo eroe condiviso tra Marvel e Sony. Ci sono prove da entrambe le parti: nel prossimo Spider-Man: No Way Home è già stato confermato Alfred Molina, che riprenderà il ruolo lasciato in Spider-Man 2 di Sam Raimi. Nel prossimo film MCU sull’Uomo Ragno, inoltre, i rumor parlano chiaramente della possibilità concreta di vedere anche Tobey Maguire e Andrew Garfield fare la comparsa. Un Multiverso che però sembra funzionare in entrambe le direzioni, però: nel trailer di Morbius sembra anticipare la presenza di Michael Keaton, l’Avvoltoio in Homecoming, co-produzione Marvel/Sony.

Panitch ha dichiarato anche: «C’è davvero un piano. Penso che ora stia diventando un po’ più chiaro per le persone capire dove stiamo andando, e penso che quando No Way Home uscirà, sarà rivelato ancora di più»

Sony ha quindi ammesso un piano per collegare i propri film allo Spider-Man dell’MCU e viceversa? Dalle dichiarazioni sembra chiaro che il prossimo film diretto da Jon Watts potrebbe permettere allo Spider-Man di Tom Holland di vivere in entrambi gli universi produttivi. No  Way Home al momento sarebbe l’ultimo film che permette alle due società di condividere Spider-Man, ma Panitch sembra fiducioso:

«La cosa bella è che abbiamo un eccellente rapporto con Kevin [Feige]. C’è un bel parco giochi con cui giocare. Vogliamo che i film MCU abbiano successo, perché sarebbe fantastico anche per noi e i nostri personaggi Marvel, e penso che lo stesso valga dall’altra parte. Abbiamo un grande rapporto. Ci sono tante opportunità. Penso che accadranno»

L’executive Sony ha di fatto aperto le danze a infinite possibilità per il futuro del personaggio e del suo universo. Ieri è stato rivelato un possibile villain del prossimo film con Tom Holland, e di due giorni fa è la notizia del casting di Aaron Taylor-Johnson come Kraven il Cacciatore. Tra i titoli attualmente in sviluppo, inoltre figurano anche lo spin-off su Madame Web diretto da S.K. Clarkson, Spider-Woman di Olivia Wilde e Jackpot, scritto da Marc Guggenheim.

Foto: Marvel / Sony

Fonte: Variety

© RIPRODUZIONE RISERVATA