Pochi giorni fa James Holmes, il killer della strage di Aurora (Denver, Colorado), che durante l’anteprima di mezzanotte de Il cavaliere oscuro – Il ritorno un uomo mascherato ha aperto il fuoco sulla folla è stato riconosciuto colpevole (guarda il video della sentenza) di due imputazioni per omicidio di primo grado (premeditato) per ciascuna delle 12 vittime, due imputazioni per tentato omicidio per i 70 feriti e un’imputazione per possesso d’esplosivo. In aggiunta, l’aggravante di «indifferenza verso la vita umana».

Ora la situazione del killer potrebbe anche peggiorare. I giurati starebbero infatti valutando la condanna alla pena di morte. Gli avvocati di Holmes invece starebbero concentrando la difesa sulla gravità della malattia mentale del killer e considerano “inappropriata la sentenza che lo condannerebbe a una vita in carcere”.

Nel frattempo, purtroppo, la scorsa notte si è verificata un’altra sparatoria all’interno di un cinema, in Louisiana.

 

Fonte: EW

© RIPRODUZIONE RISERVATA