Gravity, lo space movie di Alfonso Cuarón arrivato nelle sale italiane settimana scorsa, è piaciuto a tutti: pubblico italiano e pubblico americano, critica, colleghi. C’è qualcuno, però, che non è del tutto convinto che l’opera del regista messicano sia quell’esempio di perfezione che sembra essere a leggere le recensioni in giro: stiamo parlando di Neil deGrasse Tyson, fisico americano e soprattutto divulgatore scientifico di primissimo piano, da sempre appassionato di cultura pop, avido frequentatore dei social network, commentatore attentissimo a tutti i fenomeni di massa che smuovono la coscienza collettiva di Internet – un uomo talmente conosciuto sulla Rete da essersi meritato un meme tutto suo.

deGrasse Tyson ha approfittato dell’uscita in sala di Gravity, film che usa un approccio molto realistico e rigoroso alla vita nello spazio, per “smontarlo” pezzo a pezzo, dimostrando quanto il potere della finzione e della sospensione dell’incredulità sia di fatto centrale nel raccontare la storia dei due astronauti sopravvissuti a un incidente su un satellite. Resta inteso che l’astrofisico ha «molto apprezzato» Gravity, e che i tweet che vi riportiamo qui sotto sono più che altro un bel gioco legato alla fama (e alla professione) dell’uomo che li pubblica; ciò non toglie che siano decisamente interessanti, e alle menti più ricettive possono fornire spunti di riflessione su un film finora salutato come un miracolo senza difetti.

Qui sotto, la gallery dei tweet di Neil deGrasse Tyson su Gravity, con relativa traduzione:

Fonte: The Verge

© RIPRODUZIONE RISERVATA