Quentin Tarantino, Charles Manson, Margot Robbie

Dopo aver tagliato i ponti con Harvey Weinstein (riguardo al cui caso ha ammesso di non aver fatto abbastanza) e aver deciso che il suo nono film verrà prodotto dalla Sony, nuovi dettagli trapelano sull’ultima fatica di Quentin Tarantino. In particolare sulla trama.

Secondo una fonte di Vanity Fair America che avrebbe letto lo script, il film – ambientato nella Los Angeles del 1969 – parla di un attore televisivo che dopo una serie Tv di successo cerca di entrare nel business del cinema. Il suo amico, nonché controfigura per gli stunt, vuole raggiungere lo stesso obiettivo. 
Il barbaro omicidio di Sharon Tate (la nota attrice all’epoca moglie di Roman Polanski) e di suoi quattro amici da parte della Family di Charles Manson (morto questa mattina alle 5:00 di emorragia intestinale) farà da sfondo alla storia principale. Il sito Deadline dice che Tarantino vuole Margot Robbie, ancora di più dopo il plauso della sua interpretazione in I, Tonya (qui la recensione) nella parte della Tate. 

Pare che Tarantino voglia una produzione da 100 milioni di dollari di budget, una percentuale sugli incassi e il final cut, ma non è ancora certo che la Sony abbia accettato le sue condizioni. La produzione dovrebbe iniziare a giugno a Los Angeles e attori come Tom Cruise, Brad Pitt e Leonardo DiCaprio dovrebbero essere i protagonisti.

L’ultimo film del regista, The Hateful Eight, è stato una delusione al box office, guadagnando 54 milioni di dollari in America, contro i 162 milioni di Django Unchained e i 120 milioni di dollari di Bastardi senza gloria. 

Secondo l’opinione di chi ha già letto lo script, è il suo film col più alto potenziale d’incasso. 

Fonte: Vanity Fair; Deadline

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA