Quella della fuga di notizie dai set dei film più attesi sembra essere una piaga senza via di fuga: ogni giorno arrivano dal luogo della riprese anticipazioni, immagino, video, tanto che ormai si ha quasi la sensazione di aver già visto i film incriminati.
La crew di Star Wars, stanca di questo problema, ha tentato di buttare sullo scherzo l’intera questione (pubblicando una locandina decisamente esplicita). Quella di Batman v Superman: Dawn of Justice invece, ha infine deciso di passare alle maniere forti.
Dopo mesi di poco rispetto della segretezza richiesta per un film di tale portata, la Warner Bros. ha deciso di fare di una delle comparse un esempio di ciò che non deve essere fatto: se racconti i dettagli riservati della trama, paghi.

È esattamente quello che sta succedendo ora ad una persona che figurava nel set di Batman v Superman stanziato a Detroit.
La comparsa in questione avrebbe “spifferato” ad una stazione locale, la WILX-10 News, alcune informazioni di estrema importanza per quanto riguarda la trama del cinecomic. Per colpa di questa mossa scorretta, ora questa persona rischia ben 5 milioni di dollari di multa (previsti per chi infrange l’accordo di segretezza firmato prima dell’inizio delle riprese).

In rete sono ovviamente trapelate alcune delle notizie sfuggite dalla bocca di questo soggetto, e tutto quello scritto di seguito è da considerare come SPOILER.
Prima di tutto, la comparsa ha confermato Jena Malone nel ruolo di Carrie Kelley, aka Robin al femminile, che per ora era da considerare solo come un rumor. Inoltre la fonte ha raccontato nello specifico della scena di lotta tra Bruce Wayne (Ben Affleck) e Lex Luthor (Jesse Eisenberg), che conterrà al suo interno momenti pirotecnici, paparazzi, un massiccio uso di effetti speciali e addirittura l’intervento dell’esercito.

La Warner Bros. per ora si è rifiutata di commentare l’accaduto, ma per la comparsa ora iniziano guai seri.

Fonte: thewrap

© RIPRODUZIONE RISERVATA