Biancaneve e il cacciatore, l’adattamento cinematografico diretto da Rupert Sanders, ha esordito finalmente anche nelle sale italiane lo scorso 11 luglio, incassando nel weekend d’apertura quasi tre milioni di euro (1,8 soltanto nel fine settimana) e spodestando così dal primo posto della top ten The Amazing Spider-Man. Come da copione, il pubblico si è schierato in due fazioni, quelli che hanno apprezzato a pieno il film, trovando Kristen Stewart, Charlize Theron e Chris Hemsworth adatti ai ruoli da loro interpretati, mentre una parte degli spettatori ha trovato tutta la storia molto banale, senza nessun effetto a sorpresa o colpo di scena. Il dibattito è aperto e i commenti di voi lettori non si sono lasciati attendere. Così oggi vi proponiamo alcune delle vostre recensioni di Biancaneve e il cacciatore, divise in base ai giudizi positivi e negativi. E voi da che parte state?

Leggi la nostra recensione

Recensioni PRO:

Carlo Lanna:
«Nessuno poteva immaginare che una fiaba dedicata ai più piccoli, potesse diventare un lungometraggio così epico. Biancaneve e il Cacciatore nelle sale italiane da mercoledì 11 luglio, è un progetto che è nato dai produttori di “Alice in the Wonderland”, e rivisita il mito di Biancaneve in chiave dark e dal sapore kolossal…» Leggi tutta la recensione

Franck Coppola:
«Negli ultimi anni Hollywood sembra aver preso di mira videogame, romanzi ed in particolar modo le classiche fiabe per bambini, la caratteristica principale però di questi ultimi adattamenti cinematografici è la trasformazione completa da racconto per bambini a film d’intrattenimento per l’intera famiglia…» Leggi tutta la recensione

AliWonderland:
«Biancaneve e il Cacciatore era un film molto atteso. Tutti ne parlavano, ma nessuno sapeva esattamente di cosa si sarebbe trattato. Perchè, nonostante tutto il materiale fuoriuscito nei mesi, la pellicola è riuscita a sorprendere gli spettatori e a tenerli con il fiato sospeso…» Leggi tutta la recensione

Rencesioni CONTRO:

MissLovett:
«Se vi aspettavate di vedere una rivisitazione in chiave dark della fiaba di Biancaneve, scordatevelo.
L’intento di questo film era di narrare un’altra versione della storia, mostrando un’altro lato di Biancaneve presentandola come una guerriera,e non solo una principessa da salvare…» Leggi tutta la recensione

Federicooliveri94:
«Quest’anno sono usciti due film che hanno rivisitato la celebre fiaba di Biancaneve. Il primo film, uscito ad aprile nella sale italiane, era diretto dal regista indiano Tarsem Singh, il quale era riuscito a dare un tocco originale alle pellicola, pur rimanendo fedele allo spirito della storia originale. Quindi, pur non essendo un capolavoro, la versione di Singh aveva una sua anima, una base abbastanza solida che potesse sorreggere l’intero film. Il problema del secondo film, uscito l’11 luglio e diretto dall’esordiente Rupert Sanders, risiede proprio nella struttura. Infatti il film non ha una sua anima, una sua identità…»  Leggi tutta la recensione

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA