L’avventura che l’ha accompagnata per ben 10 anni, la storia del maghetto Harry Potter, è finita ed Emma Watson pensa al futuro. L’attrice ha iniziato la sua carriera a soli 11 anni proprio con la saga cinematografica tratta dai romanzi di J.K.Rowling. Il suo primo film è stato Harry Potter e la pietra filosofale uscito nel 2001 e da allora la Watson non ha praticamente fatto altro che interpretare il personaggio di Hermione Granger, la potente e intelligente streghetta amica fedele di Harry Potter (Daniel Radcliffe). La storia è però arrivata alla fine. Il 13 luglio uscirà l’ultimo atteso capitolo del franchise, Harry Potter e i doni della morte – Parte 2, e per la Watson inizia una nuova fase della sua giovane vita. Periodo che ha già inaugurato con l’iscrizione alla prestigiosa Brown University (anche se sembra abbia già lasciato gli studi), un decisivo taglio di capelli e il lavoro sul set di due nuovi progetti: My Week with Marilyn con Dominic Cooper e Michelle Williams e The Perks of Being a Wallflower tratto dall’omonimo romanzo di Stephen Chbosky (ora anche in veste anche di regista), per cui la Watson ha lottato in prima persona per trovare i finanziamenti necessari alla produzione.

«Per dodici anni mi sono totalmente immedesimata in Hermione e tra il carattere abbastanza indomito di questo personaggio e il mio c’erano molte affinità. Però, davvero, ora è tempo di cambiare», ha spiegato l’attrice. Ecco allora la parte in The Perks of Being a Wallflower che, come dice lei stessa, «parla di giovani molto diversi da quelli del clan di Harry Potter perché affronta la loro angoscia, la tristezza, la paura del suicidio come evasione dalle loro zone oscure e dalle troppe emozioni forti. Per me sarà una grande prova».

L’esperienza di Harry Potter rimane comunque un’esperienza indimenticabile come l’attrice ha detto in varie interviste e i legami che si sono creati sul set non finiranno con i titoli di coda dell’ultimo capitolo della saga. «Sono andata a vederlo a teatro -, dice l’attrice riferito al collega e amico Daniel Radcliffe – è bravissimo. Come me, è cambiato: non è più il ragazzino con gli occhialini rotondi». Secondo la Watson, anche gli altri protagonisti di Harry Potter hanno una lunga carriera davanti. Rupert Grint (Ron) e Tom Felton (Draco), «stanno lavorando molto a Hollywood, anche in film coraggiosi e indipendenti», aggiunge. Grint è già stato impegnato con le riprese di Comrade e presto sarà sui set di Eddie the Eagle, Cross Country e Wartime Wanderers. Felton lo vedremo il 23 settembre in L’alba del pianeta delle scimmie con James Franco. Intanto lavora per Evac di Peter MacDonald (Rambo III) e poi sarà sul set del film di guerra Grace and Danger. (Foto: Kikapress)

Guarda il video dell’intervista a Eamma Watson

Leggi la biografia dell’attrice

Leggi l’intervista a Vogue America

Visita la sezione dedicata a Harry Potter

(Fonte: Leiweb)

© RIPRODUZIONE RISERVATA