[Spoiler Alert!]

Dopo le recenti parole di Robert Kirkman, è ancora più chiaro: la quinta stagone di The Walking Dead vuole arrivare alla midseason finale pronta per fare il primo botto. La sensazione è che rispetto all’anno scorso la narrazione è gestita con più equilibrio (esclusi alcuni mini episodi non proprio riusciti). L’intensità delle prime tre puntate è lontana e ora la serie AMC sta vivendo un momento di empasse, in cui si semina prima ciò che verrà raccolto tra due puntate. L’attenzione è tutta sui vari gruppetti di personaggi, ed è come se strada facendo la serie stia svelando anche i punti rimasti oscuri della stagione precedente: il ritmo non è altissimo e i colpi di scena scarseggiano, ma ne guadagna l’introspezione dei protagonisti.

Al centro del sesto episodio ci sono Daryl e Carol, la coppia più amata della serie: i due sono ad Atlanta per cercare e riportare “a casa” Beth, e durante la missione condividono diversi momenti intimi. Nulla di fiscio, sia chiaro, ma i due sono sempre più legati da un profondo rapporto di amicizia, fatto di silenzi, dialoghi essenziali e chiari, senza sfumature. Sono forse i personaggi meglio definiti della serie e per questo reggerebbero sulle spalle anche più di un episodio da soli. C’è però una storia da portare avanti, che deve ricongiungersi con quanto raccontato in precedenza. E così accade: le strade di Noah e Daryl si incrociano e Carol viene trasportata al Grady Memorial Hospital. Come? Ve lo raccontiamo nella nostra gallery-recap che trovate qui sotto:

La gallery-recap dell’episodio 5×05
La gallery-recap dell’episodio 5×04

La gallery-recap dell’episodio 5×03

La gallery-recap dell’episodio 5×02

La gallery-recap dell’episodio 5×01

© RIPRODUZIONE RISERVATA