Non è facile destreggiarsi nella rete di messaggi che fuoriescono a ritmi sostenuti dall’ingarbugliata matassa del SonyLeaks, l’attacco hacker ai danni della casa di produzione di Spider-Man, vittima di una fuga di notizie che sta portando alla luce dettagli su ogni franchise possibile, da X-Men a Star Wars (che pure non ha afferenze dirette con la Sony), e interessanti rivelazioni sulle star più insospettabili di Hollywood, dallo “spregevole” Leo DiCaprio, alla “viziata” Angelina Jolie.

Per fortuna, tra maldicenze e pettegolezzi, c’è chi, alla Sony, è invece adorato e riverito senza compromessi. Ryan Gosling ha sposato la casa di produzione con un connubio felice e fedele, che lo rende desiderabile e desiderato in moltissimi progetti. Dalla fuga di notizie è infatti trapelato che l’attore di Come un Tuono sarebbe stato scelto dalla co-chairman Amy Pascal come unico interprete maschile in Ghostbusters 3, il sequel sugli Acchiappafantasmi che, come sappiamo, avrà una squadra tutta al femminile e che, come avevamo detto, potrebbe essere composta anche da Emma Stone e Jennifer Lawrence, stando almeno ai desideri del regista Paul Feig.

Per un’eventuale partecipazione di Gosling nella pellicola l’interesse sarebbe reciproco da entrambe le parti, ma ad Amy Pascal i possibili impieghi dell’attore sono balenati un po’ per tutto: sia per Sinister Six, sia per il biopic su Steve Jobs. Considerando che, fino alla vigilia dell’ufficializzazione dell’ingaggio di Benedict Cumberbatch, giravano voci su un interesse per Gosling anche da parte della Marvel, che lo aveva adocchiato per Doctor Strange, e dalla DC per Suicide Squad, nonostante le smentite e la reale inconciliabilità di alcune parti, è chiaro che la Sony dovrà giocarsela, amori a parte, con una schiera di corteggiatori agguerriti e potenti.

Certo, sullo sfondo dell’incontro tra Sony e Marvel, programmato per l’inizio del 2015, in cui si discuterà di un possibile accordo per un crossover tra Spider-Man e Captain America: Civil War (con annessa apparizione dell’Uomo Ragno tra gli Avengers), e alla luce dell’estromissione di Andrew Garfield dal ruolo di supereroe, si potrebbe persino ipotizzare un Gosling che si arrampica tra i grattacieli di New York. Per ora, sono solo congetture, anche se, in rete, qualcuno sta iniziando a scherzarci sopra.

Fonte: CBM

© RIPRODUZIONE RISERVATA